Egli venne a salvarmi

La storia di Jerome


Cristo porta un agnello sulle spalle.

Sono un anestesista in riabilitazione da una dipendenza da narcotici endovenosi. Avendo per via del lavoro facile accesso ai medicinali, iniziai a fare uso quotidiano di narcotici e velocemente ne divenni dipendente. Presto non mi sentii più in grado di controllare i miei forti desideri e caddi nella completa dipendenza. Sapevo di camminare su terreno pericoloso, così decisi di farmi ricoverare in un programma di riabilitazione. Scelsi questa via poiché sentivo di dovermi togliere completamente dall’ambiente in cui vivevo. Ero intrappolato e avevo bisogno di trovare un rifugio.

Fu durante i primi due o tre giorni del programma di riabilitazione che implorai l’aiuto del Padre Celeste. Chiesi che l’ossessione per i narcotici fosse rimossa da me, pregando di essere miracolato. Con il tempo, sentii che i miei forti desideri erano stati rimossi e non soffrii mai di astinenza, anche se avevo usato quotidianamente medicinali per via endovenosa.

Nonostante questo miracolo, le conseguenze delle mie azioni al lavoro furono gravi: venni licenziato e persi il diritto di prescrivere farmaci. Per fortuna, la mia abilitazione come medico rimase intatta perché mi ero fatto ricoverare in riabilitazione e avevo collaborato con l’ordine statale dei medici.

Durante il secondo mese di trattamento, mi ferii gravemente a una caviglia ed ebbi bisogno di un intervento chirurgico. Il Padre Celeste mi aiutò a superare il momento aiutandomi a non desiderare antidolorifici narcotici. Fu un altro miracolo.

Per due anni non potei ritornare a lavorare come anestesista. Quando arrivò il momento di ricominciare nella mia professione, fui guidato al perfetto gruppo medico anestesista grazie alla guida dello Spirito Santo. Il Signore conosceva il mio cuore e mi aiutò ad avere nuovamente successo.

Oggi la mia vita è un miracolo. Ho una moglie meravigliosa che mi sostiene e cinque bei figli. Sono un membro rispettato del gruppo locale di anestesisti e sono riconosciuto in oltre dieci ospedali e centri chirurgici locali. Frequento regolarmente la chiesa e ho degli incarichi. Inoltre, diverse volte alla settimana partecipo alle riunioni degli alcolisti anonimi perché so che la partecipazione attiva deve rimanere una parte quotidiana della mia vita al fine di rimanere sobrio.

So che attraverso l’amore di Gesù Cristo per me, la mia dipendenza ai narcotici endovenosi fu miracolosamente rimossa. Grazie al potere dell’Espiazione, sono riuscito a perdonarmi e a sentirmi sollevato dal senso di colpa della dipendenza.

So che nella vita ho ricevuto benedizioni incredibili e mi sforzo di condividere con gli altri il miracolo della riabilitazione. Solo pochi anni fa, ero disperato e distrutto, ma il Padre Celeste aveva un piano per salvarmi.