Il recupero è possibile

La storia di Jason


Il figliol prodigo abbracciato da suo padre.

La mia dipendenza dalla pornografia iniziò quando ero molto piccolo, avevo circa undici anni. Vi fui introdotto la prima volta da un parente che mi mostrò materiale pornografico quando andai a casa sua.

La mia dipendenza andò avanti per molti anni, durante gli anni scolastici e un primo matrimonio, un divorzio e un secondo matrimonio. Quando affrontai il mio secondo divorzio, mi sentivo come se non mi rimanesse più nulla. Non avevo un posto dove andare e la vita non aveva significato. Avevo la sensazione che questa dipendenza non sarebbe finita mai. Avevo provato molte volte a smettere per conto mio, e avevo avuto qualche successo, ma ricadevo sempre nell’abisso oscuro.

A causa delle scelte che avevo fatto spinto dalla mia dipendenza, alla fine fine fui sospeso. Era dura ammettere ciò che avevo fatto. Mi sentivo svuotato, ma il mio presidente di ramo era davvero in sintonia con lo Spirito. Mi diede la guida del Programma di recupero dalle dipendenze ed espresse la forte sensazione che io dovessi andare alle riunioni del programma. Andare alla prima fu dura. Mi sentivo solo e spaventato. Girai in macchina diverse volte intorno alla sede della riunione prima di decidermi a entrare.

Quando finalmente andai alla riunione, sentii lo Spirito per la prima volta dopo tanto tempo. Mi resi conto che mi ero sentito tanto solo perché non avevo provato il calore dello Spirito in quel modo per troppo tempo. Decisi che rivolevo il mio Salvatore nella mia vita. Sapevo che sarebbe stato un percorso difficile e duro, ma era un cammino che volevo compiere grazie all’amore che provai a quella prima riunione. Imparai che non avrei dovuto temere di andare alle riunioni, ma che avrei dovuto aver paura del fatto che avrei perso benedizioni e opportunità non facendolo. A quelle riunioni sentivo solo di essere amato e accettato da coloro che stavano affrontando le stesse difficoltà, e contai su di loro per avere forza.

Gli eventi che seguirono e le esperienze che vissi da allora furono così belle da non trovare le parole per descriverle. Altre persone mi avevano detto che non mi sarei mai liberato della mia dipendenza e che non potevo guarire. Tuttavia io sentii il potere purificante dell’Espiazione e sapevo che sarei stato in grado di superare la mia dipendenza, che mi aveva ostacolato perché non mi sentivo bene con me stesso. Ma oggi sono un membro della Chiesa degno, la mia carriera si è avviata nella direzione che ho sempre sognato, mi sono risposato e ho avuto una splendida bambina.

La pace che sento nella mia vita nasce dalla gratitudine. Conoscere il sacrificio del mio Salvatore mi rende umile. Prima avevo insegnato l’Espiazione nelle classi della Scuola Domenicale, ma viverla davvero ed usare i suoi principi mi ha portato pace per il futuro. Durante il processo di pentimento ho provato un amore e una compassione grandissimi.

Tempo permettendo, continuo a frequentare le riunioni del Programma di recupero dalle dipendenze per poter sentire lo Spirito. Il programma mi ha fornito gli strumenti che mi servivano per vincere la mia dipendenza e rimanere intenzionato a esserne libero. Il recupero è possibile.