Mi consegnai al Signore

La storia di Nathanial


Un uomo per terra, che tende la mano verso una mano amica

La storia che vi racconto è sulla mia dipendenza dagli antidolorifici e da quasi tutti i tipi di droga. A causa delle mie dipendenze, non avevo una casa né amici. Avevo tanto ferito i miei familiari che avevano dovuto fare un passo indietro e lasciare che sentissi la vera natura dei miei sbagli. Vivevo per strada, rincorrendo l’unica risposta che credevo ancora potesse aiutarmi a superare il trauma e il dolore che provavo. Mi sentivo senza speranza, indifeso e completamente solo.

Una sera, mia madre pregò ferventemente il Padre Celeste perché non sapeva più che cosa fare per aiutarmi. La sua preghiera trovò risposta quando due settimane dopo fui arrestato senza la condizionale e finii in galera per molto tempo. Alla fine potei trovare e ricevere le cure di cui avevo bisogno. Mentre ero in prigione, sentii parlare del Programma di recupero dalle dipendenze organizzato dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, come pure degli alcolisti anonimi e dei tossicodipendenti anonimi. Conobbi un santo incredibilmente fedele che mi spiegò che la luce di Cristo che era in me non si era mai estinta, ma che si era smorzata a causa della montagna di droga che avevo assunto e dei peccati che avevo commesso.

Una sera, a un incontro, un altro tossicodipendente rese una testimonianza che fece sì che per la prima volta credessi che alla fine del tunnel ci fosse luce. Alla fine sentii che il recupero era possibile e che potevo scegliere di agire in maniera diversa. Quella sera mi consegnai al mio Signore e Salvatore. Da allora sono sempre stato pulito. Ora sono otto anni che non sento la necessità di bere o di drogarmi.

Lungo la via, ho fatto fatica e ho vacillato molte volte, talvolta non riuscendo a seguire il sentiero che il Padre Celeste mi ha mostrato. Tuttavia, non sono ricaduto nelle dipendenze, il che è stato fondamentale. Da due anni e mezzo ho una raccomandazione per il tempio. Sono stato suggellato per il tempo e per l’eternità a mia moglie e alle mie tre figlie. Nella Chiesa ho servito fedelmente in molti incarichi e attualmente sono un counselor per gli abusi di sostanze e offro questa stessa luce del potere di guarigione di Cristo a molte anime ribelli. Per via del mio passato, so che la mia vita è una benedizione.

Ringrazio il Padre Celeste dal profondo del mio cuore perché si prende cura di me e illumina la via che porta a Lui.